Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaAmbiente › Porto Torres: percorso di M5s con istituzioni e cittadini
M. P. 28 novembre 2014
Obiettivo del seminario “Tra passato e futuro, le risorse del passato per un futuro migliore”, organizzato dagli Attivisti del M5s: avvicinare maggiormente la cittadinanza verso alcune tematiche del territorio
Porto Torres: percorso di M5s con istituzioni e cittadini


PORTO TORRES - Il seminario e conferenza pubblica “Tra passato e futuro, le risorse del passato per un futuro migliore”, organizzato sabato scorso dagli Attivisti del Movimento 5 Stelle di Sassari, Porto Torres, e Comuni limitrofi aveva l’obiettivo di avvicinare maggiormente la cittadinanza verso alcune tematiche relative alla valorizzazione delle risorse naturali che il territorio offre per ottenere uno sviluppo sostenibile. Un programma molto articolato e suddiviso tra una prima parte in cui erano previsti gli interventi scientifici di esperti del movimento e di relatori esterni, e una seconda parte, più politica, con gli interventi dei portavoce nazionali e locali del M5s, che si relazionavano direttamente con i cittadini su tematiche fondamentali, per dare tutti un contributo di idee e di opinioni e costruire insieme un futuro migliore e sostenibile a questo nostro territorio, gravemente colpito dalla crisi economica e sociale.

Durante la mattinata si sono susseguiti i vari interventi, moderati da Antonello Zicconi, che ha introdotto per primo la relazione del prof. Lorenzo Scanu (già Presidente di Lega Ambiente) che ha trattato il “recupero ambientale e archeologico sardo come proposta di sviluppo turistico-culturale”, seguito dalla dott.ssa Paoletta Zolo con l'argomento “Ambiente, industrializzazione e incidenza delle patologie tumorali nel nord Sardegna, del biologo marino Roberto Capuccinelli sulla pesca e acquacoltura in Sardegna, del dott. Paolo Zolo con un deciso intervento sui punti franchi (D.L 75/1998). A chiudere gli interventi della mattina, il ricercatore del C.n.r. Guy D'Hallewin su agricoltura sostenibile e biodiversità della Sardegna.

Dopo una breve pausa pranzo i lavori sono ripartiti con l'intervento del Consigliere Comunale di Sassari Maurilio Murru sugli effetti negativi dell’euro, quindi gli interventi della Senatrice Manuela Serra sul turismo archeologico e dei Deputati Andrea Vallascas sulle politiche energetiche, Mirko Busto sulle bonifiche e recupero ambientale e Nicola Bianchi sulle criticità del porto e sulle autorità portuali, a seguire l'esperto Sergio Merella e l'ing. Alessio Pinna sulle energie rinnovabili. A chiudere il seminario, i consiglieri del Movimento 5 Stelle di Sassari Desirè Manca, Sofia Fiorillo e Giuseppe Mascia. «Questa lunga giornata è stata per noi Attivisti Turritani 5 Stelle il primo grande evento organizzato da noi in città e possiamo dire di sentirci grandemente soddisfatti, vedere infatti la sala Filippo Canu piena di cittadini attenti, provenienti da varie parti della Sardegna. Un motivo di speranza che qualcosa possa cambiare in questa città, dopo tanti anni di sostanziale immobilismo. Un grazie speciale a Luciano Sanna e ai membri del Tavolo tecnico M5S Trasporti, Mobilità e Territorio, che hanno ideato l'evento, e a tutti i relatori e i portavoce 5 stelle intervenuti, oltre ai tanti attivisti locali che hanno contribuito al successo della Conferenza», hanno dichiarato il Gruppo attivisti turritani 5 Stelle di Porto Torres.
Commenti
21:39
4milioni per il rifinanziamento del meccanismo di premialità 2017 che incentiva la raccolta differenziata nei Comuni: li ha programmati la Giunta regionale, approvando una delibera proposta dall’assessore della Difesa dell’Ambiente Donatella Spano per l’attuazione dell’atto di indirizzo sullo sviluppo delle raccolte differenziate dei rifiuti urbani nel territorio regionale
18/10/2017
Migliora sensibilmente il decoro in Riviera del Corallo. Lavori in corso sul verde: Potature, cura dei prati, campagna a lungo termine per i trattamenti fitosanitari delle palme. A breve, aprirà il cantiere verde nella Pineta di Maria Pia
17/10/2017
La prima edizione della manifestazione è stata organizzata «per dimostrare che la pratica in progressione lungo tutto il percorso della via ferrata del Cabirol non solo è sicura, ma se effettuata rispettando alcune semplici regole, diventa estremamente divertente», ha spiegato Walter Curreli, organizzatore della manifestazione
© 2000-2017 Mediatica sas