Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaAmministrazione › Porto Torres: Autonomia Popolare cerca l’intesa col Pd
M. P. 28 novembre 2014
Con un comunicato stampa Alessandro Carta, segretario di Autonomia Popolare, sancisce l’inizio dei confronti politici in vista delle prossime elezioni amministrative
Porto Torres: Autonomia Popolare cerca l’intesa col Pd


PORTO TORRES - Ricostruita l’identità, il progetto e il partito, che da Unione popolare cristiana ritorna ad essere Autonomia Popolare, ora la parola d’ordine è ripartire aprendo il confronto con altre forze politiche e con quelle categorie, come i lavoratori e i giovani che più di tutti si aspettano delle risposte concrete da parte della politica. Risposte che in questo momento mancano, e dove si assiste quotidianamente solo a spot propagandistici. Il Movimento di Autonomia Popolare, da diverse settimane, ha aperto un dibattito interno per l’individuazione dei punti principali sui quali costruirà la proposta di programma per la città.

I gruppi di lavoro stanno definendo la linea politica da perseguire nel corso del prossimo mandato amministrativo, per porre fine al vuoto politico che ha contraddistinto tutte le amministrazioni targate Beniamino Scarpa. «Ritengo sia giunto ora il momento di aprire il confronto sulla programmazione politica e amministrativa future con tutti i gruppi, partiti e movimenti cittadini che abbiano realmente la volontà e l’ambizione di risollevare una città in preda alla rassegnazione e allo sconforto» dichiara il Segretario, Alessandro carta, che prosegue «Detto ciò, credo che sia naturale da parte nostra, aprire un profondo ragionamento con il Partito democratico turritano in considerazione di un rapporto di coalizione sviluppato in questi 5 anni e approfondito attraverso un fronte comune in Consiglio Comunale».

Secondo Alessandro Carta, il percorso intrapreso assieme al Pd in questi cinque anni, ha dimostrato serietà e lealtà reciproca finalizzata alla costruzione di un’opposizione seria e responsabile, che ha anteposto il rispetto reciproco e la responsabilità politica agli interessi particolari. «Con le stesse prerogative» conclude il segretario di Autonomia Popolare «riteniamo si possa impostare assieme una proposta di governo all’insegna della governabilità e della concretezza, senza necessariamente perdersi in esasperazioni strategiche che la città, nello stato in cui versa, difficilmente capirebbe». Un chiaro invito ad un confronto sano ed aperto che punti a rafforzare una coalizione di centro-sinistra, con una struttura che sia organizzativa e partecipativa, recuperando la fiducia degli elettori.
Commenti
23:19
«Dobbiamo prendere atto che dal 1995 il centrosinistra ha governato la nostra città per ben diciotto anni. E per il Latte Dolce e Santa Maria di Pisa è stato fatto davvero ben poco», dichiara il Coordinamento cittadino Forza Italia
16:48
Dura presa di posizione di Desirè Manca, portavoce del Movimento 5 stelle nel Consiglio comunale di Sassari, in riferimento «all´attacco ricevuto ad opera di un consigliere del Partito democratico durante il lavoro in aula di martedì»: «Attacchi vili e ingiustificati alla mia persona in Aula consiliare, ho presentato regolare denuncia e mi tutelerò nelle sedi opportune»
14/12/2017
I portavoce del Movimento 5 stelle nel Consiglio comunale di Alghero Graziano Porcu e Roberto Ferrara commentano la seduta della massima assise cittadina di lunedì
14/12/2017
Relazione | Alghero ha il Piano di Assetto Idrogeaologico con un ritardo di 11 anni: la presa d´atto dello studio mette in guardia innanzitutto da eventi eccezionali e obbliga le amministrazioni competenti ad intervenire con opere di mitigazione. Le parole dell´ingegner Cambula che ha redatto lo studio fanno riflettere
13/12/2017
Il consigliere comunale in aula parla di presa in giro per l´agro e col gruppo di Forza Italia dice: «ingiustizia che interesserà le sedi deputate a ristabilire l´equità». Gli risponde a distanza Tonina Desogos: catastrofismo surreale
© 2000-2017 Mediatica sas