Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaServizi › Porto Torres: Contributi affitto, solo due i beneficiari
M. P. 4 dicembre 2014
Soltanto due i beneficiari dei fondi per gli inquilini morosi incolpevoli a Porto Torres. Interrogazione di Angelo Canu del Centro democratico
Porto Torres: Contributi affitto, solo due i beneficiari


PORTO TORRES - Soltanto due i beneficiari dei fondi per gli inquilini morosi incolpevoli a Porto Torres. I finanziamenti finalizzati alla concessione di contributi alle persone destinatarie di sfratto per morosità causata dalla perdita o dalla consistente riduzione del reddito familiare, erano previsti dal comune turritano inserito tra le diciotto amministrazioni della Sardegna che beneficiano del contributo. Le domande dovevano essere presentate all’ufficio dei Servizi sociali di via delle Vigne, entro il termine perentorio del 21 novembre.

Dai verbali risulta che su 47 richieste pervenute soltanto due ne hanno beneficiato. A chiedere che vengano riviste le istanze, presentate dai cittadini morosi incolpevoli, è il consigliere del Centro democratico, Angelo Canu: «Come è possibile che in una città colpita duramente dalla disoccupazione, e dove persistono grossi problemi economici, non si siano potute trovare soluzioni alternative per dare maggiore accessibilità a questi fondi». Nell’interrogazione si sottolinea, così come risulta dal verbale, che la commissione esaminatrice, in seguito ad un’accurata e scrupolosa attività di controllo sulle richieste pervenute per accedere a tali fondi, ha provveduto ad individuare i probabili beneficiari.

«Ma forse – osserva Canu – sarebbe stato opportuno rivedere i parametri in modo tale da consentire, alle diverse persone in difficoltà, una maggiore accessibilità ai questi contributi». Eppure il sindaco Beniamino Scarpa aveva sottolineato come fossero tante le famiglie a Porto Torres che non riuscivano a far fronte alle spese di affitto, e quindi, costrette a lasciare la casa in cui abitavano: «Questi contributi consentiranno di risolvere molte situazioni di emergenza», aveva dichiarato il sindaco. A questo proposito il consigliere Canu invita l’amministrazione comunale affinché si faccia carico di un maggior impegno verso la Regione «per chiedere l’individuazione di nuovi parametri, in considerazione dello stato di crisi della nostra città, sfruttando ogni opportunità offerta dall'amministrazione regionale».
Commenti
27/6/2016
L´Agenzia Regionale per il Lavoro ha disposto dal primo luglio il trasferimento degli operatori del Centro Siol, il servizio d´inserimento lavorativo per i soggetti svantaggiati, nelle sedi del Csl
© 2000-2016 Mediatica sas