Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaTurismo › Turismo: le azioni per promuovere Porto Torres
Mariangela Pala 8 dicembre 2014
L’amministrazione comunale intende ampliare la rete di relazioni con le agenzie turistiche e la promozione attraverso i canali digitali. Potenziata anche la comunicazione sui portali specializzati
Turismo: le azioni per promuovere Porto Torres


PORTO TORRES - I comuni come quello di Porto Torres, sono spazi ricchi di molteplici risorse che però spesso non sono organizzate, non sono collegate in un sistema che ne permetta una gestione coordinata. La città turritana per diventare destinazione turistica deve strutturare le proprie risorse e attrattive, unendole ai servizi e alle offerte, in modo tale da costituire dei veri "prodotti turistici territoriali" che rispondano alle esigenze dei visitatori. Ora l’amministrazione comunale, - a sei mesi dalle prossime amministrative - intende ampliare la rete di relazioni con le agenzie turistiche e la promozione attraverso i canali digitali, potenziando i contatti con le agenzie di incoming per proporre l’offerta turistica di Porto Torres. Contestualmente è iniziata l’attività di integrazione e aggiornamento delle informazioni nei principali portali turistici sul web.

Il mercato si è evoluto, e sono nati nuovi canali di distribuzione anche grazie alla frenetica innovazione delle tecnologie. Nei giorni scorsi l’offerta turistica e culturale di Porto Torres è stata presentata dall’Assessorato al Turismo a un tour operator attivo sul fronte dell’arrivo dei visitatori provenienti dalla Germania. «Attraverso l’interessamento del coordinatore del Centro commerciale naturale Le Botteghe Turritane, Andrea Sini, abbiamo incontrato i responsabili di un tour operator, presentando loro i servizi che offre la nostra città e fornendo tutta la nostra disponibilità a proporre suggerimenti per la creazione di pacchetti», sottolinea l’assessore al Turismo, Alessandra Peloso. «Nella prossima stagione ci sarà un bel banco di prova proprio con i turisti provenienti dalla Germania. In primavera, infatti, è programmato l’arrivo in città di una nave da crociera con a bordo più di 2500 visitatori, tutti con carta d’identità tedesca. Nei pacchetti escursionistici venduti dalla compagnia, i turisti potranno scegliere anche le escursioni che prevedono la visita ai monumenti e al litorale di Porto Torres e, per la prima volta, le escursioni sull’isola dell’Asinara».

L’obiettivo è ampliare la rete con le agenzie collegate ad altre compagnie crocieristiche. «Grazie ai contatti avviati, illustreremo nei prossimi giorni la nostra offerta anche a Costa Crociere, evidenziando l’innovativo sistema di accoglienza ai croceristi avviato due anni fa». Attraverso il Servizio di comunicazione istituzionale l'assessore ha chiesto a Sardegna Turismo di implementare la pagina del portale regionale che, grazie alla collaborazione della redazione, ora è notevolmente migliorata con descrizioni dei siti monumentali e archeologici, foto e informazioni di contatto degli operatori culturali e turistici.

I dati forniti dall’amministrazione comunale hanno contribuito a potenziare anche la pagina informativa del sito specializzato in crociere “Cruisetimetable”, mentre sono già state inviate tutte le informazioni al portale della Regione Sardegna Cultura «a cui abbiamo chiesto di aggiornare urgentemente le pagine che riportano anche informazioni non esatte come quelle sull’area archeologica, che viene indicata come chiusa al pubblico mentre è stata riaperta tre anni fa», aggiunge l’assessore. Si lavora sulla comunicazione anche all’interno di Porto Torres. «Abbiamo iniziato ad implementare la segnaletica turistica negli ingressi della città e stiamo lavorando per potenziare le indicazioni e le informazioni nei principali punti di visita», conclude Alessandra Peloso. Porto Torres per far fronte a questi scenari e ritagliarsi una fetta di mercato ha bisogno di una strategia condivisa con le imprese ed i protagonisti del settore. Sarebbe auspicabile che questa condivisione sia la più ampia, che le sinergie confluiscano in un unico sforzo di promozione e che si superino con logiche imprenditoriali le varie frammentazioni.
Commenti
22/7/2016
Il protocollo di intesa per il riconoscimento ufficiale del Percorso francescano in Sardegna è stato sottoscritto questa mattina nella sede della Curia Frati Minori Conventuali ad Oristano
© 2000-2016 Mediatica sas