Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaUrbanistica › Porto Torres: Rete gas, avvio da gennaio 2015
Mariangela Pala 9 dicembre 2014
Il comune di Porto Torres, capofila nel progetto sulla realizzazione della rete del gas, è in attesa dell´approvazione della delibera da parte dei comuni aderenti per inviare tutti gli atti alla Regione
Porto Torres: Rete gas, avvio da gennaio 2015


PORTO TORRES - «L’avvio dei lavori per la realizzazione della rete del gas avranno inizio nel gennaio 2015». Lo ha dichiarato l’Assessore ai lavori pubblici, Gavino Gaspa. «Entro questa settimana sono attese le risposte dei comuni che costituiscono il Bacino 4, - ha aggiunto Gaspa - per poter assumere l’approvazione della delibera in Consiglio comunale, che riassume quella di tutti i comuni, con Porto Torres capofila, per poter inviare successivamente tutti gli atti alla Regione». In seguito all’approvazione del progetto “Bulgas” sulla realizzazione della rete energetica e della banda larga, da parte dei sindaci dei comuni (Porto Torres, Sorso, Sennori, Stintino e Osilo) che costituiscono l’organismo di bacino regionale numero 4, ora si attende la conclusione dell’iter della procedura che consenta l’avvio del cantiere.

In occasione dell’ultima commissione ai lavori pubblici, presieduta da Carlo Cossu, è stato illustrato dall'ingegner Claudio Vinci, e approvato dalla stessa commissione, lo schema di atto aggiuntivo al contratto di concessione del 24 settembre 2009, per la realizzazione e gestione del servizio di distribuzione del gas metano e cavidotto multiservizio dei centri abitati dei comuni coinvolti, costituenti l’Organismo di bacino 4, in cui si prevede che proprietaria della fibra ottica è la Regione Sardegna. Nel progetto iniziale sulla rete energetica, risalente a circa dieci anni fa, era previsto oltre alla metanizzazione anche la stesura di un cavidotto per la fibra ottica. L’evoluzione, i tempi, le metodologie e la tecnica hanno cambiato lo scenario tecnico di questo ultimo decennio, tale da rendere il progetto originario ormai obsoleto, e la stessa conferenza dei sindaci ha preso atto della situazione, ponendo il problema alla Regione Sardegna, la quale, tramite l’Assessorato agli Enti locali ha rimpinguato i capitoli di spesa, con propri fondi, per rimodulare il progetto iniziale alla sola fibra ottica.

L’intervento finanziario ha comportato il subentro della Regione nella proprietà della rete sulla fibra ottica, prima appartenente all’amministrazione comunale, alla quale resta la proprietà della rete del gas metano. Pertanto è stata prevista una gara d’appalto per tutta la Sardegna a seconda dei bacini, vinta dalla società Fonte energia Gpl Concordia, incaricata a realizzare sia la rete di metanizzazione sia la rete della fibra ottica. Ora si è in attesa che tutti i comuni del bacino 4 approvino la delibera di proposta del Comune di Porto Torres. «Questo comporta l’inserimento nel patrimonio comunale della rete del gas e non della rete della fibra ottica di proprietà della Regione – ha sottolineato l’assessore ai lavori pubblici, Gavino Gaspa - che utilizzerà i sottoservizi previsti dal Comune per la realizzazione della rete del gas».

Il progetto, di cui il comune di Porto Torres è capofila, consentirà di realizzare contemporaneamente la rete del gas e la banda larga per accedere ai servizi via web, attraverso lavori di infrastrutturazione che verranno svolti in parallelo in tutti i comuni partner, e mediante un unico cantiere. Quest’ultimo progetto, previsto dal Por Sardegna 2007-2013, rientra nel piano per favorire la creazione e la disponibilità d’infrastrutture a larga banda e la realizzazione di reti telematiche, coniugando due tipologie d’intervento improntate alla modernizzazione dei servizi. Mentra per quanto riguarda la rete del gas, il progetto ha come obiettivo la creazione di un servizio di distribuzione di gas combustibile principalmente per usi civili, ma dimensionato per soddisfare anche le esigenze delle attività artigianali, commerciali, turistiche e socio-assistenziali del centro urbano.
Commenti
18:54
Dopo circa 25 anni torna ad essere operativa la stazione Marittima di Porto Torre, in via Ponte Romano
18:17
Il Piano di utilizzo dei litorali approda nella Commissione Lavori Pubblici e Urbanistica. La riunione, aperta al pubblico, è in programma lunedì 12 dicembre, alle ore 10.30, nella sala Consiglio del palazzo comunale.
6/12/2016
Negli ultimi tempi l´attenzione dell´amministrazione di Alghero è certamente cresciuta con la svolta dell´ex Cotonificio, che nei piani di Sant´Anna sarà finalmente bonificato e riqualificato, ma i residenti lamentano l´esigenza, ormai non più indifferibile, di avere a disposizione dei cittadini la Piazza Sant´Agostino, già prevista negli elaborati urbanistici ma mai realizzata
© 2000-2016 Mediatica sas