Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaSocietà › Porto Torres: Si unanime alla mozione sulla ludopatia
Mariangela Pala 22 dicembre 2014
Votata all’unanimità dal Consiglio comunale, la mozione sui giochi d’azzardo presentata dai consiglieri del Centro democratico, Angelo Canu (primo firmatario) e Franco Pistidda
Porto Torres: Si unanime alla mozione sulla ludopatia


PORTO TORRES - Votata all’unanimità dal Consiglio comunale, la mozione sui giochi d’azzardo presentata dai consiglieri del Centro democratico, Angelo Canu (primo firmatario) e Franco Pistidda. Ludopatia e azzardopatia rappresentano una vera e propria piaga. «La diffusione di queste macchinette deve essere bloccata. Non si può pensare di contare su questo tipo di entrate, che fanno leva sulle disgrazie altrui, per risanare le casse dello Stato», ha dichiarato il consigliere Canu. Urgente, dunque, un cambio di rotta su questo cancro sociale, un problema denunciato per primo dal consigliere Canu, seguito da diverse proposte di soluzione, discusse nelle diverse riunioni delle commissioni dei servizi sociali, che hanno visto la collaborazione di rappresentanti della maggioranza e della minoranza.

Un lungo confronto che ha portato all’approvazione della mozione che impegna il Sindaco Beniamino Scarpa ad emettere un’ordinanza sindacale per limitare il fenomeno sul territorio comunale, e che obbliga la Giunta, in collaborazione con la Commissione competente, Servizi sociali , a predisporre tutti gli atti necessari per regolamentare il gioco d’azzardo, anche attraverso una disciplina che stabilisca gli orari di esercizio delle sale giochi autorizzate e degli apparecchi con vincita in denaro. Negli esercizi autorizzati all’installazione di macchine da gioco - si precisa nella mozione - dovrà essere esposto un cartello visibile che stabilisca il divieto di utilizzo ai minori di 18 anni e la predisposizione di un’adeguata sorveglianza.

Inoltre in seguito agli incontri avvenuti fra il Comune, il Serd e le associazioni di volontariato, che nel territorio operano sulle problematiche legate alle dipendenze sono state individuate alcune proposte operative: coinvolgere gli esercizi commerciali che adottano le macchine “mangiasoldi”; programmare le attività di sensibilizzazione sul tema ludopatia; promuovere una campagna di marketing sociale attraverso materiale pubblicitario; creare una rete di collaborazione tra istituzioni e associazioni, e attivare uno strumento d’ascolto per le persone direttamente coinvolte dalla dipendenza verso il gioco d’azzardo. Il Consiglio comunale ha inoltre ritenuto opportuno integrare il documento, con la previsione delle premialità, concordate nelle apposite commissioni, verso quegli esercizi che decidono di non installare gli apparecchi delle scommesse elettroniche. Un risultato “incassato” dal consigliere Canu che auspica un maggior impegno da parte di tutto il Consiglio, affinché si attivi per portare avanti tutte quelle azioni dirette a contrastare gli effetti sociali negativi legati al gioco problematico e patologico.
Commenti
29/6/2016
Si amplia la rete di Comuni ed Istituzioni interessate alla promozione del turismo della terza età. Con la firma del protocollo d´Intesa con la Comunità Mondiale della Longevità, anche l´Amministrazione Comunale di Domus de Maria entra a tutti gli effetti nella Cintura dei Comuni della Longevità
© 2000-2016 Mediatica sas