Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresCulturaSolidarietà › Anche a Porto Torres si compie il Miracolo di Natale
Mariangela Pala 23 dicembre 2014
Sulla scalinata della chiesetta di Balai vicino, dove si è compiuto il “Miracolo di Natale”, alimenti e giocattoli sono stati donati in grande quantità segno della grande generosità dei cittadini di Porto Torres
Anche a Porto Torres si compie il Miracolo di Natale


PORTO TORRES - Non c’è solidarietà se la si offre senza reciprocità. E’ quello che è successo a Porto Torres, sulla scalinata della chiesetta di Balai vicino, dove si è compiuto il “Miracolo di Natale”. Alimenti e giocattoli sono stati donati in grande quantità, segno che in città esiste una naturale predisposizione a partecipare alle vicende umane del prossimo con grande generosità, che in tempi di crisi assume un significato ancora maggiore di come si possa tendere la mano verso le persone che hanno bisogno. Una solidarietà senza confini che ha coinvolto associazioni, volontari, artisti locali e non, forze dell’ordine e semplici cittadini.

Tre auto della polizia, al comando dell’ispettore Antonello Seghene hanno scaricato sulla scalinata decine di “buste della solidarietà”. Un Miracolo che ha incantato tutti, rendendo davvero speciale questo appuntamento che ha regalato opportunità e gioia ai più bisognosi, ma anche ai benefattori. Le donazioni iniziate nei giorni precedenti la manifestazione, sono poi proseguite sabato per l’intera giornata fino alle 21, quando i volontari hanno iniziato a caricare su cinque camion migliaia di borse piene di generi alimentari e giocattoli per affidarli alla Caritas diocesana, che provvederà a distribuire i doni alle persone in difficoltà.

Durante la manifestazione, organizzata da Marco Pireddu e da Don Michele Murgia, quattro sono stati i collegamenti con la scalinata della basilica di Nostra Signora di Bonaria a Cagliari, dove a condurre la 18° edizione dell’iniziativa c’era l’organizzatore, Gennaro Longobardi. L’evento, patrocinato dal comune di Porto Torres, ha avuto inizio sabato mattina con l’esibizione dei gruppi di zumba e fitness di Gabriella Luridiana e Mario Spano. Sono poi seguite le esibizioni della scuola di ballo Dietro le quinte, di Ilaria Frau e della scuola di difesa personale Csks Nakayama del maestro Paolo Algisi. All’ora di pranzo nella baia di Balai hanno fatto capolino le canoe dei Kayakers Nord Sardegna guidati da Pierpaolo Peddio.

Nel pomeriggio hanno trovato spazio le esibizioni musicali con le chitarre del Gruppo Santu Bainzu. Poi, a seguire, le esibizioni di Benjo e dei Bazzoni Brothers con Pauz. Il momento clou è arrivato con il concerto di Marino De Rosas accompagnato dal batterista portotorrese, Carlo Pippia. E poi tra le incursioni dei giovani cabarettisti Tre amici immaginari, ancora tanta musica con gli Studio54 Original Free Sound, gli Onda Sonora, Roby Pazzola, Crashin Nuts, Dirt Traxx, Armen, Pauz, Demc.

Grande emozione da parte degli organizzatori: «Non posso dimenticare l’episodio simbolo di questa manifestazione: la donazione di un pupazzo di una bimba che saluta il suo orsacchiotto con un bacio, rassicurandolo che finirà in buone mani», racconta Pireddu. Un gesto che ha emozionato tutti, un esempio di grande solidarietà e di senso della vita ricevuta dai bambini. «Siamo soddisfatti del risultati ottenuti, fieri di essere stanchi. Una sola malinconia – dichiara Don Michele Murgia – vedere tante persone anziane che hanno lavorato tutta la vita e che continuano a darsi da fare per far stare bene i giovani in difficoltà»
Commenti
23/5/2016
Oggi gli ospiti della Casa Circondariale di via Vittorio Emanuele hanno voluto ricordare il politico con una giornata di digiuno. Il cibo è stato destinato alla Mensa della Caritas
© 2000-2016 Mediatica sas