Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresCulturaManifestazioniViaggio nel Medioevo: corteo storico a Porto Torres
Mariangela Pala 3 gennaio 2015
Le storie del Medioevo al centro dell´evento di lunedì 5 gennaio dal titolo "C’era una volta il Regno di Torres: cronache di Re e Regine tratte dal Condaghe di San Gavino e dal Libellus Iudicum Turritanorum"
Viaggio nel Medioevo: corteo storico a Porto Torres


PORTO TORRES - Un balzo all’indietro di diversi secoli fino al Medioevo. A compierlo, lunedì 5 gennaio, sarà la città di Porto Torres, attraverso un viaggio che la riporterà fino al XIII secolo con vie e chiese animate da dame e cavalieri, musica medievale e costumi d’epoca. Le storie del Medioevo saranno al centro dell'evento "C’era una volta il Regno di Torres: cronache di Re e Regine tratte dal Condaghe di San Gavino e dal Libellus Iudicum Turritanorum", un vero e proprio racconto animato che trae spunto da due preziosissime Cronache Medievali Sarde. La manifestazione si terrà lunedì 5 gennaio.

L'evento, patrocinato dall'amministrazione comunale, può contare del supporto della Parrocchia Santi Martiri Turritani ed è organizzato dall'associazione Giudicato di Torres con il contributo delle voci narranti di Giancarlo Pinna e Pina Muroni, l’accompagnamento canoro del Coro Polifonico Turritano e quello musicale dell’Associazione Tamburini e Trombettieri della Città di Porto Torres. Il primo documento ad essere rappresentato sarà il Condaghe di San Gavino, scritto in lingua logudorese, probabilmente alla fine del medioevo, che narra gli eventi che portarono alla costruzione della basilica sul Monte Agellu. Il secondo è il cosiddetto Libellus Iudicum Turritanorum o Condaghe di Sardegna, altra cronaca in lingua sarda che si fa risalire alla fine del XIII secolo e che narra dei giudici di Torres e delle grandi imprese a loro riferite, fino alla fine del Giudicato di Torres con la morte di Adelasia.

Alle ore 18.30 partirà dalla Torre del Porto (Torre Aragonese) il corteo composto dall’associazione culturale di volontariato Giudicato di Torres, dall’associazione Tamburini e Trombettieri Città di Porto Torres e dal Coro Polifonico Turritano in abiti storici, in direzione della Basilica di San Gavino. Qui alle ore 19.15 inizierà il racconto della storia dei re di Torres. Se le condizioni metereologiche non consentissero di realizzare il corteo l’appuntamento sarà direttamente in basilica alle ore 19. Saranno due le voci narranti: la prima in Sardo-Logudorese di Giancarlo Pinna, la seconda quella della nota cantante Pina Muroni che in italiano proseguirà il racconto e inserirà alcuni brani musicali.

A scandire il ritmo degli eventi più salienti fra intrighi di corte e battaglie saranno trombe e tamburi grazie al contributo dei Tamburini e Trombettieri della Città di Porto Torres e ad accompagnare i momenti solenni il Coro Polifonico Turritano con canti preparati appositamente per accompagnare la narrazione. Gli eventi principali del racconto saranno rappresentati dall’associazione culturale Giudicato di Torres. Per l'occasione verrà esposta una delle opere realizzate dal Fotografo Giuseppe Ortu per il progetto C'era una volta una principessa: Elena de Lacon Giudicessa di Gallura, realizzato con la collaborazione dell'associazione Giudicato di Torres.
Commenti
13:41
E´ la proposta di Coldiretti Nuoro Ogliastra, in collaborazione con la cooperativa degli Agrimercato della Sardegna Centrale, per gli studenti degli istituti cittadini e le loro famiglie
10:23
Domani mattina, l´ospedale San Giovanni di Dio ospiterà la giornata di commemorazione con le testimonianze di chi si salvò grazie ai sotterranei
23/2/2017
Il sovrano ha fatto il suo ingresso in città, aprendo ufficialmente il Carnevale Tempiese 2017
23/2/2017
Il Carnevale sennorese 2017 si aprirà sabato 25 febbraio con la prima sfilata dei conque carri allegorici. Martedì grasso la replica con musica e favata per tutti
23/2/2017
Proseguono gli appuntamenti per le celebrazioni dei 700 anni degli Statuti sassaresi. In programma un concorso per le scuole, laboratori didattici, appuntamenti con gli storici e sei nuovi itinerari turistici
© 2000-2017 Mediatica sas