Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaAmbiente › Obiezioni alla Ciclat Porto Torres, il Cd chiede gli atti
M. P. 5 gennaio 2015
Copia degli atti amministrativi in relazione alle contestazioni rivolte alla Ciclat, la società che svolge il servizio della raccolta differenziata. A farne richiesta è il gruppo consiliare del Cd democratico costituito da Angelo Canu e Franco Pistidda
Obiezioni alla Ciclat Porto Torres, il Cd chiede gli atti


PORTO TORRES. Copia degli atti amministrativi in relazione alle contestazioni rivolte alla Ciclat, la società che svolge il servizio della raccolta differenziata. A farne richiesta, al segretario comunale Giovanna Maria Piga, è il gruppo consiliare del Centro democratico costituito da Angelo Canu e Franco Pistidda. «Chiediamo urgentemente copia degli atti in riferimento alle obiezioni rivolte dal comando di polizia municipale all’ufficio Ambiente nel mese di maggio 2012 – sostengono i consiglieri Pistidda e Canu –, per le contestazioni eccepite alla società che svolgeva e che svolge ancora il servizio di raccolta rifiuti solidi urbani, pulizia strade e caditoie».

La cifra contestata dagli esponenti del Cd, anche in consiglio comunale, ammonta a 19.674 euro. Le critiche sul corretto funzionamento del servizio erano partite quando Canu e Pistidda avevano presentato un’interrogazione in cui si chiedevano delucidazioni al sindaco su quali fossero i servizi aggiuntivi forniti dalla Ciclat per l’importo sopraindicato e contenuto nella variazione di bilancio, e di fornire al consiglio in modo dettagliato, il progetto di bonifica delle aree compromesse individuate. «Pertanto chiediamo di mandare in gara d’appalto la bonifica delle discariche abusive - avevano preteso i due consiglieri - al fine garantire la massima trasparenza sulla spesa delle risorse della comunità».
Commenti
23:43
Il Partito dei Sardi di Porto Torres prende posizione e chiede che venga a cessare immediatamente «lo stato di anarchia e degrado che si è venuto a creare in seno all´ente Parco dell´Asinara».
7:00
Il consigliere, membro del direttivo del parco, Gigi Pittalis che precisa come il sindaco di Stintino,nell´ambito delle sue funzioni, «può organizzare ciò che ritiene utile per il suo territorio, ma intravedo in quella iniziativa il tentativo non tanto velato di spostare l´asse del Parco da Porto Torres a Stintino».
© 2000-2016 Mediatica sas