Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresCulturaCinema › Porto Torres: Cineforum per bambini al Pangea
M. P. 5 gennaio 2015
Il Csoa Pangea Porto Torres inizia il nuovo anno con uno spazio per i più piccoli attraverso tre appuntamenti pomeridiani. Domenica 11 gennaio alle ore 16, il film di animazione “Azur e Asmar” di Michel Ocelot
Porto Torres: Cineforum per bambini al Pangea


PORTO TORRES - Il Csoa Pangea Porto Torres inizia il nuovo anno con uno spazio per i più piccoli attraverso tre appuntamenti pomeridiani. Domenica 11 gennaio alle ore 16, verrà trasmesso presso la sede di via Falcone e Borsellino il film di animazione “Azur e Asmar” del regista Michel Ocelot. Il film ambientato nel tardo medioevo, racconta la storia di una donna araba si prende cura di un bambino ricco, biondo e con gli occhi azzurri, Azur, facendogli da nutrice e di suo figlio della stessa età, moro e con gli occhi scuri, Asmar. I bambini crescono insieme, litigano spesso ma si vogliono anche bene e si aiutano. Il padre di Azur però li separa e scaccia la sua nutrice con il figlio.

Divenuto adulto, Azur decide di andare in Africa per cercare la Fata dei Jinns, la protagonista della fiaba che gli veniva raccontata dalla nutrice da piccolo: essa è prigioniera in attesa di un coraggioso cavaliere che riuscirà a liberarla superando molti ostacoli. Dopo un naufragio in mare durante il viaggio, arriva su una spiaggia nera e sporca e scopre che è considerato maledetto per via dei suoi occhi azzurri. Azur decide allora di fingersi cieco. Mentre continua il suo viaggio Azur incontra un mendicante gobbo, chiamato Rospu, che gli propone di portarlo sulle spalle: in cambio lo guiderà alla città più vicina. Durante il percorso Azur e Rospu si fermano davanti a un piccolo tempio, dove Rospu dice che si trova un oggetto indispensabile per trovare la fata dei jinns: la chiave rovente. Poco dopo i due arrivano alla città dove erano diretti. Lì Azur e Rospu trovano un secondo tempio simile a quello precedente, dove trovano la chiave aulente.

Azur, dopo alcune disavventure dovute alla sua finta cecità, ritroverà la sua nutrice, ora diventata una ricca mercante, e Asmar, il quale però inizialmente non lo accoglie bene. Dopo gli iniziali dissapori con il fratello di latte, Azur ritroverà in Asmar la collaborazione e l'amicizia di una volta e i due si aiuteranno a vicenda nelle difficoltà. Azur avverte la nutrice del suo viaggio. Inizialmente la donna araba non è molto contenta ma in seguito si ravvede e accetta che i loro due figli partano insieme.

Le altre due proiezioni sono previste per domenica 18 gennaio alle ore 16 con il film "Kirikù e la strega di Karaba”, e domenica 1 febbraio, sempre alle ore 16, con “Principi e principesse”. Il regista Michel Ocelot è anche scrittore, autore televisivo e illustratore del film. Nato in Costa Azzurra, ha passato l'infanzia in Guinea, l'adolescenza ad Anjou e ora vive a Parigi. Dopo aver studiato arte in Francia e negli Stai Uniti, ha dedicato la sua carriera al cinema. Ha diretto, sceneggiato e realizzato i disegni per diverse serie animate e cortometraggi. Le sue opere si caratterizzano per l'utilizzo di molteplici varietà di tecniche d'animazione e si ispirano al mondo delle fiabe.
Commenti
19/7/2016
Il viaggio dei cinenauti di “Cinema delle terre del mare” inizierà mercoledì 27 luglio alle 20 in piazza della Juharia con Passo dopo passo, messinscena della compagnia Theatre en vol di Sassari, per la regia di Michéle Kramers e la scenografia di Puccio Savioli
© 2000-2016 Mediatica sas