Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaAmbiente › Cattivi odori da impianti Matrìca: Canu chiede controlli
Mariangela Pala 6 gennaio 2015
Da alcune settimane gli operai, impegnati nei cantieri di Matrìca, lamentano un odore pungente e sgradevole che pare abbia provocato dei malori ad alcuni lavoratori. Il consigliere Canu chiede verifiche
Cattivi odori da impianti Matrìca: Canu chiede controlli


PORTO TORRES - Da alcune settimane gli operai, impegnati nei cantieri di Matrìca, lamentano un odore pungente e sgradevole che pare abbia provocato dei malori ad alcuni lavoratori. Il primo impianto di chimica verde Matrìca, nasce nel 2011 dalla joint venture tra Versalis (Eni) e Novamont, con l’obiettivo di riconvertire il petrolchimico di Porto Torres in uno dei più innovativi complessi integrati di chimica verde al mondo, con l’avvio di produzioni ad alto valore aggiunto che utilizzano materie prime da fonti rinnovabili vegetali.

A segnalare il disagio, è il consigliere comunale del Centro democratico, Angelo Canu, che in un’interrogazione chiede al sindaco di accertarsi che non vi siano pericoli per la salute. Esalazioni maleodoranti con un impatto molto intenso a livello di odore, dal forte aroma “chimico”, che da giorni sono chiaramente percepibili, e che non solo infastidiscono gli operai ma creano forte preoccupazione per la salute. «Occorre verificare le cause, perché si possa essere certi che queste esalazioni non siano pericolose per la salute», sostiene Canu.

Il consigliere chiede se gli uffici predisposti alla tutela ambientale e della salute siano al corrente della situazione, e se abbiano provveduto a rilevare la percezione degli odori, oltre ad effettuare un’attività di monitoraggio, per appurare che tutto si svolga a norma secondo i parametri stabiliti dalla legge. Il consigliere Canu, si rivolge al sindaco come primo responsabile della salute pubblica e lo invita ad affrontare il problema, «Bisogna assicurarsi che i “fumi” non possano recare danno alla salute dei cittadini, poiché in passato abbiamo pagato a caro prezzo tutto questo, nell’indifferenza generale». Per Canu, quindi, restano solo due cose da capire: l'eventuale pericolo per la salute pubblica e il rispetto dei parametri normativi da parte dell'azienda, senza alcun rischio.
Commenti
21/6/2017
«Sarà una coincidenza ma quando qualcuno segnala il problema dello Scoglio Lungo, solitamente viene subito etichettato come terrorista da un rappresentante delle istituzioni che tende a negare o a minimizzare il problema». Il presidente del Comitato tuteliamo il Golfo dell’Asinara, Giuseppe Alesso critica aspramente le affermazioni fatte dall’assessore all’Ambiente Cristina Biancu
18:29
L’appuntamento è per domani, venerdì 23 giugno all’Isola dell’Asinara, alle ore 10.30, bordo di Goletta Verde, la storica imbarcazione di Legambiente a tutela del mare e delle coste italiane
20/6/2017
Nei giorni scorsi è stata allestita una tenda da campeggio con tanto di materassi, bombola a gas e altre attrezzature capaci di mettere a rischio la sicurezza dell’area verde di fronte la spiaggia di Balai
21/6/2017
Le serate si svolgeranno alle ore 18.30 in tre diverse zone del Comune: giovedì 29 giugno presso il Museo del Porto; lunedì 3 luglio presso la palestra “A. Nardi” della Scuola Bellieni in Piazza Don Milani e mercoledì 5 luglio presso la sala Ristorante “Li Lioni”
20/6/2017
Il giacimento archeologico di Cala Reale è stato riaperto al pubblico. All'inaugurazione del sito sommerso dell’Asinara con i suoi 38 mila frammenti di anfore anche il soprintendente Francesco Di Gennaro e dell’archeologa Gabriella Gasperetti
21:59
Il centro ogliastrino, primo Comune in Sardegna sopra i 10mila abitanti per produzione di rifiuti free, ovvero per aver puntato alla riduzione di rifiuto secco non riciclabile attestandosi ben al di sotto degli standard fissati, è stato premiato a Roma da Legambiente
16:38
Il polmone verde di Alghero alla mercé di vandali e incivili. Rifiuti in ogni angolo. Dopo aver riassestato il servizio, con discreti risultati, nel centro urbano, le attenzioni dell'Assessorato si concentrano a Maria Pia. Nuovi bidoni in tutti gli stabilimenti e operai al lavoro
© 2000-2017 Mediatica sas