Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresAmbienteInquinamento › Matrìca: «Nessuna esalazione, impianti fermi»
Mariangela Pala 7 gennaio 2015
La società Matrìca assicura che dal 22 dicembre al 6 gennaio, gli impianti sono stati svuotati e la produzione è stata sospesa, con emissioni pari a zero
Matrìca: «Nessuna esalazione, impianti fermi»


PORTO TORRES: «Non ci sono esalazioni maleodoranti, nè odori pungenti e sgradevoli, provenienti dai cantieri di Matrìca, tali da creare malori e preoccupazioni per la salute dei lavoratori». La società nata nel 2011 dalla joint venture paritetica tra Novamont e Versalis, che opera nella zona industriale di Porto Torres, risponde così all’allarme lanciato dal consigliere del Centro democratico, Angelo Canu sul presunto inquinamento prodotto dal centro di produzione Matrìca, impegnata nella riconversione dello stabilimento petrolchimico di Porto Torres, per la realizzazione in Sardegna di una bioraffineria integrata di terza generazione che, partendo dall’utilizzo di materie prime agricole e di scarti vegetali, produrrà una gamma di prodotti chimici (biochemicals, biointermedi, basi per biolubrificanti e bioadditivi per gomme) attraverso processi innovativi e a basso impatto.

«Gli impianti Matrìca, sono dotati di sistemi di trattamento delle emissioni ad elevato standard ambientale, e ogni disallineamento è facilmente documentabile», sottolineano i responsabili dell’azienda. Inoltre, la società assicura che dal 22 dicembre al 6 gennaio, gli impianti sono stati svuotati e la produzione è stata sospesa, con emissioni pari a zero. Da Matrica, i responsabili sottolineano come negli impianti si utilizzano tecnologie e competenze di ricerca Novamont, con l’obiettivo di promuovere un modello di sviluppo basato sulla sostenibilità ambientale e sull’utilizzo efficiente di risorse rinnovabili e a basso impatto. Pertanto, secondo la società Matrica, la notizia sull’esistenza di esalazioni e sulla loro possibile pericolosità per la salute dei lavoratori e dei cittadini, come denunciato nell’interrogazione di Canu, sarebbe priva di ogni fondamento.
Commenti
© 2000-2016 Mediatica sas