Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaSanità › Chiusura servizi sanitari, appello di Scarpa alla Asl
M. P. 10 gennaio 2015
Appello del sindaco Beniamino Scarpa alla Asl e alla Regione contro la chiusura dei servizi sanitari essenziali a Porto Torres
Chiusura servizi sanitari, appello di Scarpa alla Asl


PORTO TORRES - In merito alla decisione di trasferire gli uffici amministrativi distrettuali dell’Asl numero 1 presso la sede di Sassari, nonostante in origine previsti all’interno del Poliambulatorio Andriolu da un accordo tra l’amministrazione comunale e la direzione sanitaria, interviene il sindaco: «Lo scorso novembre il Comune di Porto Torres e la Asl di Sassari hanno sottoscritto un protocollo che prevedeva la realizzazione di diverse azioni necessarie all’eliminazione di tutti i disagi sopportati dagli utenti in seguito alla improvvisa chiusura del Poliambulatorio Asl di via delle Terme, integrando tutti i servizi nel Poliambulatorio di Andriolu. L’amministrazione comunale diffida la Asl dal mettere in atto trasferimenti di servizi a Sassari». Così il sindaco Beniamino Scarpa sull’ipotesi di chiusura di diversi servizi sanitari a Porto Torres.

Il sindaco ha scritto alla Asl di Sassari, al Presidente della Regione e all’Assessore regionale alla Sanità. «La stessa amministrazione comunale, al momento della sottoscrizione del protocollo con la Asl – sottolinea il sindaco – ha fatto tutti i passi necessari per trovare soluzione ai problemi, mettendo temporaneamente anche a disposizione due propri stabili per ospitare alcuni servizi e superare così l’emergenza. Sembrerebbe, invece, che il pagamento ticket, il cambio medico o pediatra, il servizio farmaceutico per l’autorizzazione dei panni dei malati, l’esenzione per reddito e il supporto per i pazienti allettati siano in fase di trasferimento a Sassari. Tutto ciò avverrebbe in contrasto con gli indirizzi condivisi alla stipula del protocollo e in un momento in cui, tra l’altro, risulta essere ancora chiuso al pubblico l’ambulatorio di Ortopedia e Fisioterapia, la cui riapertura non è mai stata comunicata dalla Asl».

Scarpa ricorda che «Porto Torres è una città con quasi 23mila abitanti, dove insistono vaste aree produttive, industriali, portuali e turistiche in cui lavorano centinaia di persone e dove ne transitano migliaia. Non è accettabile che si smantellino i servizi sanitari essenziali e che i miei concittadini debbano pagare sulla loro pelle gli effetti di ritardi e decisioni che stanno creando enormi disagi. Chiediamo perciò – conclude il sindaco – che si ottemperi a quanto previsto dal protocollo sottoscritto dalla Asl con l’amministrazione comunale e che vengano garantiti tutti i servizi amministrativi e sanitari essenziali nella nostra città».
Commenti
24/9/2016
Martedì mattina, la bambina, ricoverata all´ospedale Santissima Annunizata di Sassari, è stata trasportata a bordo di un Falcon 900 Easy, per poi essere trasferita all’ospedale Meyer di Firenze
24/9/2016
«Da Zavattaro a Moirano, Pigliaru conferma scelta su manager non sardo», sottolinea il coordinatore regionale Ugo Cappellacci. «Nomina manager non fa chiarezza sul caos politico», rilancia il capogruppo forzista in Consiglio Regionale Pietro Pittalis
24/9/2016
Con la nomina di Fulvio Moirano alla guida dell’Azienda per la tutela della salute si mette finalmente la parola fine sull’imbarazzante telenovela che ha accompagnato la fase preliminare all’accorpamento delle attuali Asl in un’unica azienda regionale. L’Ats, purtroppo, nasce zoppa per colpa dei partiti del Centrosinistra, che hanno man mano svuotato di contenuti l’idea di Asl unica regionale avanzata per la prima volta dai Riformatori. Con queste premesse, è lecito essere scettici sui risultati che la riforma sarà in grado di produrre
© 2000-2016 Mediatica sas