Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresCronacaPesca › Porto Torres: sequestrati oltre mille ricci a Marritza
M. P. 16 gennaio 2015
La Guardia Costiera di Porto Torres sequestra oltre 1000 ricci in località Marritza. Sequestrata attrezzatura subacquea e verbalizzati i trasgressori
Porto Torres: sequestrati oltre mille ricci a Marritza


PORTO TORRES - Un'operazione di polizia marittima a tutela dell'ambiente marino e del rispetto delle leggi sulla pesca è stata portata a termine nella mattinata di ieri dagli uomini della Guardia Costiera di Porto Torres in località Marritza, ed ha portato al sequestro di oltre 1000 esemplari di riccio di mare (Paracentrotus Iividus), di tutta l'attrezzatura impiegata per la cattura (bombole, mute da sub, maschere e pinne), oltre alle sanzioni amministrative per un ammontare di 4mila euro previste dalla normativa in materia in materia per la pesca del riccio, oltre i limiti consentiti e con l’uso delle bombole.

L'operazione, che ha permesso di impedire, che il prezioso echinoderma finisse attraverso canali illeciti sulle tavole dei consumatori, per essere mangiato crudo o utilizzato in polpa, è iniziata intorno alle ore 13 quando, a seguito di appostamento, i militari della Guardia Costiera si sono insospettiti per la presenza di attività subacquee in prossimità della costa, rese evidenti da segnali segna-sub e bolle d’aria in movimento sulla superficie del mare. Attesa l’uscita dall’acqua dei pescatori subacquei, i sospetti si sono rivelati fondati, in quanto i militari hanno avuto modo di verificare l'effettivo utilizzo delle bombole da parte di soggetti sprovvisti dell'autorizzazione per l'esercizio della pesca subacquea professionale.

Immediatamente i militari hanno provveduto al sequestro di oltre 1000 esemplari di riccio catturati, di tutta l'attrezzatura subacquea utilizzata, e ad elevare ai trasgressori le sanzioni previste per un ammontare complessivo di 4mila euro. I ricci sequestrati sono risultati ancora vivi e nel rispetto della normativa vigente e dell’ecosistema marino, si è provveduto al loro rigetto in mare mediante l'impiego di una motovedetta della Guardia Costiera di Porto Torres.

A questo proposito, il Comando della Capitaneria di porto di Porto Torres ricorda che il limite giornaliero di cattura dei ricci per i pescatori sportivi è fissato per legge in numero di 50 esemplari e che l'utilizzo delle bombole è vietato per la pesca subacquea non professionale; nel confermare, inoltre, che l'attività di controllo sulla filiera ittica continuerà regolarmente, invita tutti i consumatori ad acquistare e consumare prodotti ittici di cui sia certificata la tracciabilità, per la quale sia ben comprensibile l'etichetta contenente le informazioni obbligatorie. Il numero per le emergenze in mare è il 1530.
Commenti
© 2000-2016 Mediatica sas