Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresLettereCronaca › Porto Torres: caso Domo Mea, lettera dei familiari
M. P. 28 gennaio 2015
In seguito all’articolo pubblicato ieri sulla pagina di Portotorres24.it, in cui si comunicava la notizia della chiusura della casa di riposo "Domo Mea", intervengono i familiari degli ospiti
Porto Torres: caso Domo Mea, lettera dei familiari


PORTO TORRES - In seguito all’articolo pubblicato ieri sulla pagina di Portotorres24.it, in cui si comunicava la notizia del sequestro, sgombero e chiusura, della casa di riposo "Domo Mea" a Porto Torres, da parte della Procura di Sassari, alcuni familiari dei pazienti ospiti della struttura di via Emilio Lussu hanno chiesto di esprimere la loro opinione in merito. Di seguito la lettera integrale inviata al giornale dai familiari degli ospiti della casa di riposo.

Siamo un gruppo di familiari degli ospiti della casa di riposo “Domo Mea”. A seguito dell'articolo pubblicato ieri, 27 gennaio 2015, sul sito internet www.notizie.Portotorres24.it relativo alla residenza per gli anziani sopracitata, sentiamo il bisogno di esprimere la nostra opinione in merito. Ciò che ci spinge ad intervenire, innanzitutto, è l'affetto che ci lega ai nostri cari, in secondo la nostra coscienza, che non può accettare che ai gestori e al personale della struttura venga fatto un processo indebito, dopo tutta l'umanità e la professionalità che hanno dimostrato accudendo i nostri cari. Inoltre, ci sentiamo personalmente chiamati in causa, dato che nell'articolo siamo stati dipinti come parenti anonimi e all'oscuro sulla vicenda, cosa non vera, in quanto tutti noi conosciamo la diatriba che ha travolto la casa di riposo “Domo Mea” ed in cui anche noi, siamo stati da tempo trascinati insieme ai nostri cari.

Ciò che ci preme di più in questa lettera è ribadire la nostra soddisfazione sulla struttura e sottolineare che le nostre considerazioni e opinioni in merito, non sono maturate in seguito ad un “sentito dire”, ma sono frutto della quotidiana esperienza che viviamo con e attraverso i nostri cari presso la struttura. Infatti, giornalmente, tutti noi trascorriamo del tempo presso la casa di riposo e abbiamo potuto constatare, personalmente, oltre alla serietà, quanta umanità c'è nelle attenzioni che il personale riserva indistintamente a tutti gli anziani. Inoltre, uno degli aspetti che apprezziamo di più e che è stato determinante nella scelta della struttura, è la flessibilità negli orari di visita: a qualunque ora del giorno ci è consentito entrare in struttura per sincerarci delle condizioni dei nostri cari, cosa non ovvia, visto che nella stragrande maggioranza delle case di riposo, si sa, devono essere rispettati degli orari di visita standard. Abbiamo da tempo deciso di partecipare al colloquio con i Servizi Sociali del Comune di Porto Torres, ma soltanto per ribadire il fatto che i nostri familiari non vogliono abbandonare la struttura e pertanto, deve essere trovata una soluzione che rispetti il loro volere.

Non sono dei “pacchi postali”, ma delle persone con dei sentimenti; molti di loro all'interno della struttura hanno raggiunto un equilibrio psico-fisico e riteniamo che ciò sia dovuto anche all'affetto e alla complicità che si è venuta a creare fra gli ospiti, oltre che al calore ed alla comprensione che tutto il personale ogni giorno dimostra loro, come una seconda famiglia. Solo su una cosa ci riteniamo in accordo con l'articolo pubblicato ieri: questa è una storia triste dove a pagare le conseguenze di questo eventuale forzoso spostamento è la fascia più debole, i nostri anziani, ed è per questo che noi parenti siamo pronti ad opporci all'unanimità alla chiusura della casa di riposo con tutti i mezzi a nostra disposizione in ragione della stima che i gestori e tutto il personale è riuscito a meritarsi da tutti noi familiari nel tempo, ma soprattutto, in ragione dell'Amore che ci lega ai nostri cari.


I familiari
Commenti
12:57
Denunciato a piede libero 41enne vibonese dai Carabinieri della Stazione di Stintino. L’uomo con precedenti di polizia, è accusato di aver truffato una studentessa poco più che ventenne di Bergamo, da qualche giorno in vacanza in Sardegna
12:23
L´inchiesta aperta tre anni fa punta a far luce su corruzioni relativi ad ausili medici. Stando alle prime informazioni, sarebbero coinvolti medici, dipendenti Asl, imprenditori ed utenti del servizio
16:11
Nella notte tra giovedì e venerdì, i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato due 20enni ogliastrini ed un 24enne romeno, già noto alle Forze dell´ordine
26/8/2016
La decisione dell´Amministrazione Comunale è arrivata dopo la proclamazione del lutto nazionale per le vittime del terremoto che ha ferito il centro Italia. Invece, invariato il programma della manifestazione prevista ad Olmedo per domenica 28 agosto
26/8/2016
Il 47enne Andrea Cossu è deceduto in seguito al crollo di un´abitazione a Pescara del Tronto. La madre è di Sant´Antioco, mentre il padre era di Bonorva
18:09
Il tragico incidente si è registrato attorno alle ore 16.30, nelle acque del Comune di Budoni. I tentativi di rianimazione non hanno avuto l'esito sperato
25/8/2016
Già individuata e denunciata l´autrice del fatto, affetta da problemi psichici. Ora, dovrà rispondere di danneggiamento aggravato
26/8/2016
E´ stata presa di mira l´auto della famiglia della responsabile dell´ufficio tecnico del Comune, Emanuela Figus, nipote del primo cittadino di Santa Giusta, Antonello Figus
26/8/2016
Due giorni fa, i Carabinieri hanno fatto scattare un blitz all´interno del centro massaggi Tuina, in Via Nuoro. Alla 44enne titolare cinese sono state contestate violazioni amministrative
26/8/2016
Una 48enne è stata denunciata per furto aggravato e ricettazione per aver rubato la borsa di una cliente in un supermercato, mentre una 23enne è stata sorpresa in un esercizio commerciale mentre si impossessava di cosmetici, liberati dall’etichetta antitaccheggio: per lei, una denuncia per furto aggravato
24/8/2016
Bandiere a mezz´asta nel Palazzo della Regione e nelle sedi degli Assessorati in segno di lutto per la tragedia che ha colpito le popolazioni del centro Italia. Lo ha disposto la Presidenza della Regione Sardegna
25/8/2016
Ieri, gli agenti del locale Commissariato di Pubblica Sicurezza di Orgosolo hanno deferito all’Autorità Giudiziaria un 40enne per il reato di ricettazione
26/8/2016
L´Amministrazione comunale di Cagliari risponde all´appello dell´Associazione Nazionale dei Comuni Italiani con l´invio nelle zone colpite dal sisma di tre tecnici specializzati nella valutazione e nella stima dell’agibilità e dei danni subiti dagli edifici pubblici e privati
26/8/2016
Quattro indagati: seguendo le loro tracce i poliziotti sono riusciti a identificarli e denunciarli. Dagli accertamenti è emerso che il gruppo ha truffato altri quattro istituti religiosi
26/8/2016
Un 52enne meccanico di Galtellì è morto in seguito ai gravi traumi riportati cadendo sull´asfalto della Strada Provinciale che unisce Orosei ad Onifai
25/8/2016
Rapina nella notte a Barrali. Nel mirino è finito un bar. Due persone con il volto coperto e armati di pistola hanno minacciato i dipendenti, obbligandoli a consegnare l´incasso e poi sono fuggiti
25/8/2016
Si tratta di Filippo Sanna, di 23 anni, rimasto intrappolato per ore sotto la casa crollata, e di sua sorella Irene di 16, due dei tre figli di Mario Sanna, un rappresentante di commercio nuorese di 55 anni trapiantato nel Lazio
25/8/2016
Blitz al'alba della Capitaneria di Porto di Oristano: sequestrati ombrelloni, lettini e sdraio
26/8/2016
Proseguono i controlli fiscali da part della Guardia di Finanza. Sul posto, sono intervenuti i finanzieri del Gruppo di Olbia, della dipendente Tenenza di Palau e della Sezione Operativa Navale
© 2000-2016 Mediatica sas