Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresLettereCronaca › Porto Torres: caso Domo Mea, lettera dei familiari
M. P. 28 gennaio 2015
In seguito all’articolo pubblicato ieri sulla pagina di Portotorres24.it, in cui si comunicava la notizia della chiusura della casa di riposo "Domo Mea", intervengono i familiari degli ospiti
Porto Torres: caso Domo Mea, lettera dei familiari


PORTO TORRES - In seguito all’articolo pubblicato ieri sulla pagina di Portotorres24.it, in cui si comunicava la notizia del sequestro, sgombero e chiusura, della casa di riposo "Domo Mea" a Porto Torres, da parte della Procura di Sassari, alcuni familiari dei pazienti ospiti della struttura di via Emilio Lussu hanno chiesto di esprimere la loro opinione in merito. Di seguito la lettera integrale inviata al giornale dai familiari degli ospiti della casa di riposo.

Siamo un gruppo di familiari degli ospiti della casa di riposo “Domo Mea”. A seguito dell'articolo pubblicato ieri, 27 gennaio 2015, sul sito internet www.notizie.Portotorres24.it relativo alla residenza per gli anziani sopracitata, sentiamo il bisogno di esprimere la nostra opinione in merito. Ciò che ci spinge ad intervenire, innanzitutto, è l'affetto che ci lega ai nostri cari, in secondo la nostra coscienza, che non può accettare che ai gestori e al personale della struttura venga fatto un processo indebito, dopo tutta l'umanità e la professionalità che hanno dimostrato accudendo i nostri cari. Inoltre, ci sentiamo personalmente chiamati in causa, dato che nell'articolo siamo stati dipinti come parenti anonimi e all'oscuro sulla vicenda, cosa non vera, in quanto tutti noi conosciamo la diatriba che ha travolto la casa di riposo “Domo Mea” ed in cui anche noi, siamo stati da tempo trascinati insieme ai nostri cari.

Ciò che ci preme di più in questa lettera è ribadire la nostra soddisfazione sulla struttura e sottolineare che le nostre considerazioni e opinioni in merito, non sono maturate in seguito ad un “sentito dire”, ma sono frutto della quotidiana esperienza che viviamo con e attraverso i nostri cari presso la struttura. Infatti, giornalmente, tutti noi trascorriamo del tempo presso la casa di riposo e abbiamo potuto constatare, personalmente, oltre alla serietà, quanta umanità c'è nelle attenzioni che il personale riserva indistintamente a tutti gli anziani. Inoltre, uno degli aspetti che apprezziamo di più e che è stato determinante nella scelta della struttura, è la flessibilità negli orari di visita: a qualunque ora del giorno ci è consentito entrare in struttura per sincerarci delle condizioni dei nostri cari, cosa non ovvia, visto che nella stragrande maggioranza delle case di riposo, si sa, devono essere rispettati degli orari di visita standard. Abbiamo da tempo deciso di partecipare al colloquio con i Servizi Sociali del Comune di Porto Torres, ma soltanto per ribadire il fatto che i nostri familiari non vogliono abbandonare la struttura e pertanto, deve essere trovata una soluzione che rispetti il loro volere.

Non sono dei “pacchi postali”, ma delle persone con dei sentimenti; molti di loro all'interno della struttura hanno raggiunto un equilibrio psico-fisico e riteniamo che ciò sia dovuto anche all'affetto e alla complicità che si è venuta a creare fra gli ospiti, oltre che al calore ed alla comprensione che tutto il personale ogni giorno dimostra loro, come una seconda famiglia. Solo su una cosa ci riteniamo in accordo con l'articolo pubblicato ieri: questa è una storia triste dove a pagare le conseguenze di questo eventuale forzoso spostamento è la fascia più debole, i nostri anziani, ed è per questo che noi parenti siamo pronti ad opporci all'unanimità alla chiusura della casa di riposo con tutti i mezzi a nostra disposizione in ragione della stima che i gestori e tutto il personale è riuscito a meritarsi da tutti noi familiari nel tempo, ma soprattutto, in ragione dell'Amore che ci lega ai nostri cari.


I familiari
Commenti
15:26
L´avvocato del 21enne ozierese, arrestato due giorni fa assieme a Paolo Enrico Pinna, ha annunciato il ricorso al Tribunale del Riesame
15:18
Stando ad una prima ricostruzione, la simulazione della rapina ad un benzinaio sarebbe stata architettata per recuperare i soldi utili per coprire alcuni debiti
15:46
Ugo Pinna si è sentito male prima di immergersi nelle acque di Portixeddu ed è stato trovato privo di vista sugli scogli
26/5/2016
La macabra scoperta è stata fatta oggi dai Vigili del Fuoco, intervenuti in seguito alla segnalazione di una perdita d´acqua in un´abitazione di San Gavino Monreale
16:02
La decisione è stata presa oggi dal Tribunale del Riesame. Annullato il sequestro preventivo effettuato due settimane fa per presunti abusi edilizi
25/5/2016
L´incidente si è registrato nella serata di oggi in Via Buonarotti, nel popoloso quartiere di Monte Rosello. Lo scoppio ha provocato una pioggia di calcinacci. Un 50enne è stato accompagnato all´ospedale civile
21:09
Il grosso pesce, pescato in acque spagnole, era stato venduto in un ristorante del centro gallurese. Sanzione da 16mila euro per i venditori, mentre il tonno verrà donato ad una mensa per poveri
26/5/2016
Attorno alle ore 3, ignoti hanno sparato una fucilata contro la porta del circolo privato Malibu, in Via Rinascita. Nessun ferito tra i gestori ed i clienti presenti in quel momento
26/5/2016
Ignoti, hanno sfondato la saracinesca di un tabacchino di Quartucciu ma, disturbati, sono dovuti scappare a mani vuote. Episodio simile in un bar di Maracalagonis. Indagini affidate ai Carabinieri
26/5/2016
Il 57enne Giovanni Biccai era al volante della sua autovettura quando si è schiantato contro il muretto del passaggio a livello della ferrovia. Ancora non ricostruita la dinamica del fatto
25/5/2016
Ottanta le persone, tra funzionari della Protezione civile e volontari delle organizzazioni in turno, impegnate per le operazioni di oggi e domani
26/5/2016
Gli uomini della Dia di Genova e della Guardia di Finanza di La Spezia hanno perquisito una villa intestata ad un 58enne impresario, originario di Pomigiano d´Arco, ma residente a Sarzana
© 2000-2016 Mediatica sas