Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresEconomiaCommercio › Porto Torres: via al progetto di rilancio locali sfitti
M. P. 5 febbraio 2015
Promuovere il riutilizzo dei locali sfitti per far ripartire lo sviluppo commerciale di Porto Torres: sono gli obiettivi contenuti nella proposta che coinvolge operatori, proprietari immobiliari e imprese
Porto Torres: via al progetto di rilancio locali sfitti


PORTO TORRES - Promuovere il riutilizzo dei locali sfitti e contribuire a far ripartire lo sviluppo commerciale di Porto Torres: sono gli obiettivi contenuti nella proposta che coinvolge operatori, proprietari immobiliari e imprese con il coordinamento tecnico di Plib (Progetto Libero), approvata dalla Giunta comunale con atto di indirizzo. Un primo censimento del settore ha fatto emergere un dato negativo relativo ai locali sfitti del centro, alcuni dei quali lo sono da lunga data. Il 21% degli stabili su cui sono state effettuate le verifiche (33 su 158) non ospita nessuna attività commerciale e al momento non è prevista una ricollocazione nel mercato.

I promotori, sulla scia dell’esperienza realizzata con “Arte in vetrina” nel Natale 2013, che prevedeva la realizzazione di attività culturali nei locali non utilizzati, hanno ideato una serie di azioni mirate, partendo dall’utilizzo virtuoso dei locali sfitti e facendo fronte anche al relativo problema del degrado urbano, spesso strettamente collegato all’impoverimento di attività nelle vie dello shopping. La proposta prevede la riattivazione commerciale con l’installazione sulle vetrine di idee merceologiche nuove e attraenti e l’utilizzo dei locali per eventi temporanei come mostre mercato, fiere, eventi culturali e informazioni turistiche.

Tra gli strumenti sono previste le simulazioni di possibili utilizzi commerciali, con l’obiettivo di offrire in modo permanente idee per la ricollocazione dei locali sfitti nel mercato, ridando decoro anche alle strade. Inoltre, potranno essere messe a disposizione di commercianti, artigiani e artisti alcune bancarelle da utilizzare in occasioni speciali, che possono essere adatte a promuovere le produzioni locali e a fornire notizie utili ai visitatori. Tra i benefici attesi ci sono il miglioramento del decoro urbano, la promozione in loco del territorio e delle imprese, la creazione di nuove opportunità imprenditoriali, l’animazione urbana, la maggiore visibilità dell’offerta immobiliare, la messa in rete di enti, operatori e associazioni che hanno obiettivi comuni e l’assistenza informativa, di progettazione e pianificazione d’impresa.
Commenti
28/6/2016
Si tratta di un Pick-Up & order point, un mini store con ritiro merci creato al numero 173 di viale Marconi. Un investimento di 4 milioni di euro per una superficie complessiva di 3.200 metri quadri distribuiti su due piani
© 2000-2016 Mediatica sas