Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaAmbiente › Porto Torres: debutta la nuova raccolta rifiuti, scattano le multe
Mariangela Pala 6 marzo 2015
Entra in vigore l’ordinanza dirigenziale che disciplina il conferimento e la gestione dei rifiuti solidi urbani e raccolta differenziata per le utenze domestiche e non domestiche
Porto Torres: debutta la nuova raccolta rifiuti, scattano le multe


PORTO TORRES - Scattano i controlli sulla raccolta rifiuti. Un pugno di ferro in un guanto di velluto: debutta così la «nuova raccolta differenziata». Entra in vigore l’ordinanza dirigenziale che disciplina il conferimento e la gestione dei rifiuti solidi e urbani, e raccolta differenziata per le utenze domestiche e non domestiche. L’obiettivo del provvedimento è favorire il recupero dei materiali, l’incremento della raccolta, il miglioramento della gestione dei rifiuti urbani, la tutela del decoro e dell’igiene ambientale intensificando i servizi di vigilanza. Intanto nei giorni scorsi è stata applicata alla Ciclat Ambiente una penale di circa 21mila euro per riscontrate deficienze nel servizio, tra cui la mancata pulizia delle caditoie e pozzetti stradali (oggetto di numerose interrogazioni da parte dell’ex consigliere Cd, Angelo Canu).

L’ordinanza nasce dall’esigenza di terminare un percorso di carattere normativo che ha avuto inizio già nel mese di settembre quando si è approvato il Regolamento della raccolta rifiuti a cui ha fatto seguito la delibera di Giunta che ha individuato e quantificato il valore delle sanzioni. L’ultimo atto, dunque, l’ordinanza dirigenziale, in funzione del quale viene disciplinata e organizzata la raccolta differenziata, lo strumento che consentirà da questo momento in poi di intervenire con l’adozione di sanzioni specifiche atte a scoraggiare e reprimere ogni comportamento che danneggi, ostacoli o renda più difficoltosa l’azione di gestione dei rifiuti.

«L’ordinanza – ha spiegato il dirigente del Settore Ambiente, Claudio Vinci, durante un incontro con i giornalisti che si è tenuto questa mattina – è un provvedimento indispensabile per consentire un aumento delle quantità di raccolta del vetro, della plastica, le cui percentuali sono drasticamente diminuite, anche a causa della crisi socio-economica, determinando l’applicazione di sanzioni da parte della Regione. È un dovere dell’amministrazione comunale, quindi, adottare misure per l’aumento della differenziata. L’ordinanza è in vigore e dopo questa prima fase potremo poi di fare le apposite valutazioni su eventuali aspetti da integrare o modificare».

Il comandante della Polizia Locale, Katia Onida ha precisato che la fase sanzionatoria verrà preceduta da una fase d’informazione preventiva. «Nei prossimi 30-40 giorni ci sarà da parte nostra un’attività di informazione e prevenzione – ha sottolineato il comandante della Polizia Locale, Katia Onida – sia verso i privati che verso i titolari di esercizi pubblici. Seguirà l’avvio dell’attività sanzionatoria, secondo le modalità di controllo regolamentate dal capitolato d’appalto della gestione dei rifiuti. Il provvedimento mira anche alla tutela del decoro e disciplina, tra le altre cose, l’orario di ritiro del contenitore della raccolta porta a porta dalle strade».

Le utenze domestiche e non domestiche dovranno utilizzare esclusivamente i sacchi e le altre attrezzature fornite o indicate dal gestore. Cambiano gli orari di conferimento di tutti i rifiuti, che dovranno essere depositati da utenti, titolari di esercizi commerciali e titolari di esercizi pubblici dalle ore 20 (e non più dalle ore 21) alle ore 6, nei giorni previsti dalla raccolta. Le utenze domestiche dovranno ritirare dalla pubblica via i contenitori utilizzati entro e non oltre le ore 15, mentre le utenze commerciali dovranno ritirarli immediatamente dopo il loro svuotamento. Sfalci di potatura e ramaglie potranno essere conferiti nell’Ecocentro comunale, di prossima apertura, o se in piccole quantità secondo le modalità di raccolta dei rifiuti organici.

Per quanto riguarda carta, cartone e tetrapak il materiale dovrà essere confezionato in scatole di cartone, buste di carta o impacchettato e legato con spago. In alternativa può essere esposto in un contenitore di proprietà dell’utente (secchi, cassette di legno o di plastica, ad esempio) da ritirare immediatamente dopo lo svuotamento. I rifiuti di plastica, alluminio e banda stagnata dovranno essere conferiti con appositi sacchi di materiale plastico non biodegradabile, semitrasparente. Nessuna variazione è prevista per le modalità di conferimento del vetro. La raccolta domiciliare dei rifiuti ingombranti è sempre disponibile su prenotazione.

I rifiuti pericolosi (medicinali scaduti, pile e batterie) dovranno essere conferiti negli appositi contenitori presso gli esercizi di vendita o nell’Ecocentro comunale. Quasi cinquanta le tipologie di infrazione che possono diventare oggetto di sanzioni e che nelle modalità di pagamento in misura ridotta prevedono la corresponsione di somme comprese tra i 50 e i 300 euro. Tra le violazioni ci sono i conferimenti di rifiuti misti indifferenziati, il conferimento in tipologie di sacchetti non contemplate dalla raccolta, l’abbandono di rifiuti al di fuori dei contenitori e il mancato ritiro di questi ultimi dalle strade.

In tema di mantenimento del decoro saranno previste sanzioni anche per l’omessa pulizia delle aree scoperte private, l’insudiciamento del suolo pubblico da parte di cani o altri animali di proprietà, la dispersione di volantini. Tra gli interventi anche la predisposizione di una seconda isola ecologica dotata di telecamere interne, collocata in via Roma, in prossimità dell’incrocio con via Angioy, e destinata agli esercizi pubblici, e che insieme alle altre già posizionate in Piazza Bazzoni e Piazza Tola, dovranno entrare in funzione a breve. Per l’attività di controllo la Polizia Locale potrà avvalersi anche del supporto delle associazioni autorizzate, che agiranno comunque sempre sotto il coordinamento e la gestione del Comando.

* Dott.ssa Dettori, Ing. Vinci e Comandante vigili Onida
Commenti
23/2/2017
Domani, venerdì 24 febbraio l’amministrazione comunale aderisce all´iniziativa nazionale “M´illumino di meno”, l’iniziativa volta al risparmio energetico
24/2/2017
L´Amministrazione comunale, in collaborazione con il gestore del servizio, Ambiente 2.0, ha programmato per mercoledì 1 marzo, in piazza Umberto I, un evento aperto al pubblico e alle scuole, durante cui sarà valutata la qualità del materiale conferito nei contenitori dell´indifferenziato
23/2/2017
Una vera e propria gara per la raccolta delle pile esauste. Protagonisti gli studenti principali attori di un progetto di educazione ambientale promosso dall’amministrazione comunale nell’ambito dei due istituti comprensivi assieme alla società che gestisce la raccolta dei rifiuti in città
25/2/2017
All’apparire delle alghe nella laguna del Calich, come ad ogni alba che si rispetti, riascoltiamo il medesimo chicchirichì. Il solito costante ritornello, tormentone dei cittadini, che racconta la necessità di nuovi studi per capire cosa sta succedendo nella Laguna del Calich
24/2/2017
Passo in avanti per le bonifiche in Sardegna. La conferenza di servizi convocata dal Ministero dell´Ambiente sul programma di messa in sicurezza e risanamento della falda acquifera dell´area industriale di Portovesme ha infatti avuto un esito positivo
23/2/2017
Saranno eseguite nei primi giorni della settimana prossima da parte dei tecnici dell’Arpas con il supporto del Parco di Porto Conte attente indagini chimico-fisiche e di verifica e determinazione delle specie di macroalghe proliferate in modo anomalo in modo particolare nelle porzioni meno profonde dell’area umida. Nella riunione convocata dal Parco di Porto Conte si è concordata la costituzione di un tavolo tecnico permanente funzionale all’innalzamento del livello di attenzione sulla laguna per una gestione sostenibile e produttiva dell’importante compendio naturalistico
24/2/2017
Una proposta di legge sulla tutela e valorizzazione delle maschere etno antropologiche. E´ l´iniziativa presentata stamane a Nuoro dai Riformatori Sardi
23/2/2017
In merito allo stato di salute della laguna di Alghero, le due associazione ambientaliste chiedono se ci siano fatti di rilevanza penale. Preoccupa il bloom algale di febbraio
© 2000-2017 Mediatica sas